TEATRO SCUOLA

SPETTACOLI IN STREAMING

Image
Hotel Transylvania
Scuola dell’infanzia e primaria  

La presenza di un gruppo di simpatici mostriciattoli ha sempre suscitato paura e disgusto agli umani ed è questo il motivo per cui una di queste creature “brutte” ma dall’animo buono, il leggendario vampiro il Conte Drac, decide di costruire un hotel per soli mostri, diventandone il direttore. Lontano da occhi indiscreti, in cui tutti i suoi simili possano vivere essendo sé stessi. Tutto va per il verso giusto, fin quando, la figlia di Drac, Mavis, compie 18 anni e per un caso fortuito s’imbatte in un giovane umano e se ne innamora. La fiamma del sentimento che li unisce accresce in Mavis il desiderio di conoscere questo mondo sconosciuto e papà Drac è costretto, non senza reticenze, ad acconsentire. Ma sarà il coraggio e la forza della neo diciottenne ad abbattere i pregiudizi dimostrando come sia possibile convivere pacificamente nel rispetto delle diversità.

Image
Il Principe Schiaccianoci
Scuola dell’infanzia e primaria  

“Tutti gli anni, la Vigilia di Natale, in casa di Clara si teneva un magnifico ricevimento e, quella sera, amici, parenti, giovani, vecchi si riunirono tutti quanti nel grande salone, dove un grande albero di Natale splendeva di mille luci. Clara, ebbe in dono un oggetto molto particolare: “uno Schiaccianoci” … Ed è proprio questa l’idea che ha acceso la fantasia del regista Antonello Ronga che, con gli attori della Compagnia dell’Arte, ha voluto ricreare quella calda atmosfera magica della famiglia/pubblico riunita intorno alle luci dell’albero/palco, con il naso all’insù in attesa del “miracolo” … E quale miracolo migliore se non quello del trionfo della fantasia, del bene sul male e della purezza del cuore di un bambino, regno che deve rimanere incantato e libero per sempre?

Una messa in scena, quella della Compagnia dell’Arte che mira a far rivivere in teatro lo spirito natalizio attraverso gli occhi di un bambino, capaci di animare un giocattolo e vincere con la sola forza dell’amore le avversità della vita, grandi e piccine…. Le coreografie del Professional Ballett di Pina Testa e le musiche immortali del grande Čajkovskij, accompagneranno una delle fiabe natalizie per eccellenza, tra fiocchi di neve e giocattoli-attori che, giocando con la magia del teatro, troveranno il modo migliore per augurare buon Natale.

Image
      Robin Hood
Scuola dell’infanzia e primaria  

Tutti conoscono la leggenda del famosissimo Robin Hood e del suo fedele aiutante e amico Little John, rubando ai ricchi per dare ai poveri abitanti di Nottingham. Un eroe dal cuore tenero, un truffaldino, un condottiero…  tante le sfaccettature di un personaggio simpatico ed accattivante, che ci porta per mano in epoca lontana (forse non così tanto) insieme ai suoi fidati amici, Fra Tac e Little John, per farci vivere una fantastica avventura all’interno della foresta leggendaria di “Sherwood”.  La foresta che, come in un grande libro di fiabe, girerà le sue pagine e ci racconterà attraverso una messa in scena intensa ed innovativa, la storia del regno d’Inghilterra usurpato dal cattivo fratello del Re, il Principe Giovanni, e della sua schiera di cattivi sceriffi e consiglieri. È in questa oscurità che l’eroe, innamorato della bellissima Lady Marion nipote del cattivo principe, cercherà di conquistarne il cuore, con purezza e giustizia, senza mai dimenticare di aiutare il suo adorato popolo che tanto soffre. Tornerà il sole a Nottingham?

Una messa in scena, fresca dinamica e divertente, piena di ritmo e ricca di attori e ballerini, primo grande successo della compagnia dell’arte.

SPETTACOLI IN PRESENZA 

Image

Le Futtavventure di Re Carciofone

Scuola dell’infanzia e primaria  

Re Carciofone vive a Fruttolandia e conduce un’esistenza felice insieme ai suoi amici sudditi. Un giorno, però, lo informano di un problema piuttosto grave: alcuni bambini sono affetti da una gravissima malattia chiamata “Non posso…” I piccoli abitanti di Fruttolandia rispondono tutti alla stessa maniera: Non posso! Non possono fare niente: non possono giocare, non possono studiare, non possono neppure alzarsi dal letto! Il saggio Re consulterà gli scienziati più studiosi del regno per trovare la cura al malore…. Riuscirà a risolvere il problema? Per fortuna ad aiutarlo ci sarà la regina Cavolfioressa e il mitico Dottor Paprika!

La messa in scena dinamica, divertente vuole sottolineare che mangiare in maniera corretta e sana e fare movimento è di vitale importanza… e non si scherza! Scopo è spiegare che ciò che introduciamo nel nostro corpo grazie agli alimenti è ciò che materialmente costruisce il nostro corpo. Educazione alimentare significa comprendere in primo luogo che il cibo è la fonte di energia di cui il nostro corpo ha bisogno, significa sviluppare comportamenti più rispettosi nei confronti del nostro fisico.

Image

Un Natale da Favola!

Scuola dell’infanzia e primaria  

Babbeus è la nostra mascotte natalizia ed ogni anno ci regala fantastiche e divertentissime avventure! Sempre imbranato, questa volta si troverà alle prese con un problema non semplice da risolvere: l’amatissima Befana è stanca di essere scambiata per la moglie di Babbo Natale e vorrebbe dirgliene quattro perché, a suo dire, lui non fa nulla per smentire questa falsa credenza… intanto lei diventa sempre più vecchia e brutta e nessuno la sposa!

Babbo Natale però è troppo impegnato nella consegna dei regali e la lascia senza risposta…. Lei architetterà un piano per far saltare il NATALE e toccherà a Babbeus fronteggiarla! Tanti i temi trattati dalla magica favola del Natale, tra questi quello dell’essere sempre perfetti, belli e apparire sempre al meglio, la messa in scena vuol far capire ai bambini che bisogna invece dare importanza a ciò che si ha dentro. Altro tema trattato è quello della diversità senza trascurare l’immancabile riflessione sui valori che questa festa deve portare con sé. Non mancheranno curiosità sulle tradizioni natalizie e ….. della Befana!!!

Image

Mi si escludeva!

Secondo ciclo scuola primaria e secondaria I° e II° 

Clelia è una ragazzina timida, che si trova ad affrontare una nuova situazione: si trasferisce in una nuova città. Il problema sorge a scuola, quando si rende conto che non è semplice fare nuove amicizie, ma soprattutto sfuggire alle prepotenze dei bulli.

Max è un ragazzo solo, i suoi compagni lo prendono in giro, qualche volte lo picchiano e spesso lo deridono usando i social network.

Max e Clelia si incontreranno e tra loro nascerà un’amicizia generata dalle circostanze, ma che poi si consoliderà grazie alle scelte che i ragazzi faranno aiutati anche e soprattutto dalla loro Professoressa di Italiano che rivelerà loro “un grande segreto”!

Lo spettacolo si pone l’obiettivo di mostrare ai bambini e ai ragazzi alcune delle situazioni tipiche che i bulli mettono in atto per soggiogare le proprie vittime, i due protagonisti, però, in maniera positiva cercheranno di arginare le molestie scoprendo una grande e una bella amicizia.

Mi si escludeva! È uno spettacolo che parla di amicizia, di adolescenza, della scoperta e dell’innamoramento da parte di due ragazzi del bellissimo mondo delle Arti, Arti che possono salvarti letteralmente la vita, così come lo hanno fatto con alcune Stars che oggi conosciamo come invincibili, ma che invece hanno subito anche loro atti di bullismo.

Pur affrontando un tema importante, quello del bullismo, del rapporto di forza che si instaura tra le persone, il testo e la messa in scena fluiscono leggeri con momenti di comicità ed ironia. La storia di Clelia e Max descrive quello che accade nell’incontro/scontro con i bulli: la paura, l’indecisione, la rabbia, ma soprattutto la voglia di reagire per conquistare quella serenità che ogni adolescente si merita

Image

Gran Caffè degli artisti... viaggio per l’infinito e ritorno all'inferno

Scuola secondaria di I° e II° 

Un Bar, luogo di incontro, ristoro, posto in cui ci si ritrova per una confidenza, un luogo intimo che è come una seconda casa. In questo luogo, crocevia di tante strade e possibilità, si danno appuntamento per partire i viaggiatori del nostro racconto, quattro celeberrimi Personaggi della Letteratura che si racconteranno: Dante Alighieri, Torquato Tasso, Giacomo Leopardi, Luigi Pirandello. I nostri beniamini, che faranno da ciceroni, racconteranno le loro opere spiegando particolari e curiosità, periodi storici e soprattutto citando e spettegolando i colleghi poeti.   Il viaggio comincia proprio con una raccomandazione agli allievi-spettatori: “Allacciate le cinture e preparate la valigia”, con questa chiamata ogni ragazzo parteciperà al viaggio mettendo il proprio libro di letteratura.  Sarà attraverso di esso che i ragazzi viaggeranno e da spettatori diventeranno attori della storia utilizzando proprio le parole che ci sono nel loro libro. Uno spettacolo che viene costruito volta per volta in base al pubblico che gli attori hanno davanti.   L’obiettivo è quello di rendere accattivanti, fruibili e comprensibili molte di quelle opere della letteratura che purtroppo i ragazzi di oggi, spesso per pigrizia, non si applicano a comprendere. Un meraviglioso ed avventuroso viaggio … per l’infinito e ritorno all'inferno.

Image

1945 La Nostra Memoria, docu-spettacolo sulla Shoah

Scuola secondaria di I° e II° 

“È cominciato tutto, come per gioco, è cominciato tutto come una piccola fiammella, a cui nessuno dava retta, una fiammella di quelle a cui nessuno dà retta, lì in un angolo, vicino ad una birreria, di quelle che aspetti che si spegne da sola, di quelle che passi la guardi e dici, però potrebbe diventare pericolosa…” si conclude così lo spettacolo “1945 La Nostra Memoria” della compagnia dell’arte, un vero e proprio viaggio che compiono 5 protagonisti ebrei-Italiani dall’avvento delle leggi razziali fino ad arrivare alla  liberazione del ‘45. Cinque Storie. Vite diverse, persone diverse. Diverse fino all’arrivo del nazismo, che poi accomunerà tutte in un unico destino. Un incontro speciale quello che faranno gli spettatori, con questi ragazzi testimoni che nonostante hanno vissuto le brutture e le torture dei lager tedeschi, mantengono accesa nel cuore la speranza di un futuro migliore.  Uno spettacolo di grandissima intensità perché oltre alle storie documentate da questi 5 sopravvissuti, ci condurrà in un percorso storico documentaristico su quelli che sono stati gli eventi culminanti riguardanti la Shoah. Attraverso delle figure retoriche (Giustizia, Paura e Morte) che si faranno reali e tangibili e che guideranno gli attori ed il pubblico alla scoperta della memoria dimenticata.

Share this Post